Menzione Speciale del Premio Sele d’oro Mezzogiorno per Il Progetto “le Quattro C: Connessione, Crescita Inclusiva, Cura e Capitale Umano” – Prof. ssa De Vivo

Il Progetto le Quattro C: Connessione, Crescita Inclusiva, Cura e Capitale Umano a Casalnuovo di Napoli ha ricevuto una Menzione Speciale del Premio Sele d’oro Mezzogiorno. Stasera ci sarà la cerimonia di consegna.
Il Presidente del Premio, Prof. Amedeo Lepore, la giuria e il Comitato organizzatore, mi hanno comunicato, in qualità di Coordinatrice del Progetto, questo importante riconoscimento. Li ringrazio di cuore perché è un’iniziativa territoriale che ha messo al centro bambini da 0 a 6 anni, che avevano disagi familiari e educativi, dandogli l’opportunità di un percorso di crescita mirato all’inclusione sociale. E ringrazio altresì il Sindaco del comune di Casalnuovo, Massimo Pelliccia, che ha creduto in questa iniziativa e ci ha accompagnato lungo il percorso, insieme all’Assessore alla Cultura, Simona Visone. Come anche i Dirigenti scolastici, Nicola Borrelli, Luisa De Simone, Massimiliano Fuschetto, Claudio Mola, Vittoria Striato, Luca Velotti. La cooperativa Dedalus e la sua Presidente, Elena De Filippo ed Era che ha a capo Giacomo Smarrazzo. L’associazione Diabetici Junior, con Gaetano Amorico e Il dott. Geremia Romano. L’associazione i Bambini di Teresa, a cui sono onorata di appartenere e il suo Presidente, Alfredo Bernardo. Ci sono poi tantissime altre persone, tra cui Angelo Luongo e Valentina Mosca, che hanno dato un contributo fondamentale al progetto: collaboratori, volontari, esperti. Doveroso dunque ricordarli in tutti questi ringraziamenti per il lavoro che hanno fatto con testa e passione. Inutile dire che i bambini e le famiglie che in questi tre anni hanno frequentato le nostre attività sono state il bene collettivo più prezioso che siamo riusciti a creare. Lo custodiremo e riproporremo con cura e responsabilità. Questa menzione è dedicata a tutti i bambini che vivono una condizione di sofferenza e, oggi in particolare, a quelli dell’Afganistan.”