Il DiSP e il DOEER “Digital and Open Education for equality-based resilience”

Logo DOEER

Il Dipartimento di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Napoli Federico II ha preso parte in qualità di coordinatore al progetto europeo DOEER Digital and Open Education for equality-based resilience”, progetto cofinanziato dal Programma Europeo Erasmus+. L’obiettivo principale del progetto DOEER è contribuire a una resilienza fondata sull’uguaglianza nei paesi di Italia, Spagna, Romania, Slovacchia, Cipro e Slovenia, affrontando le diverse forme della discriminazione, sia nell’istruzione che nel mondo del lavoro, attraverso un apprendimento digitale dedicato e strumenti a sostegno della lotta ai fattori discriminanti, mediante una stretta collaborazione tra gli istituti di istruzione e le imprese.

DOEER ha avuto inizio il 1 settembre 2022. Dal 6 al 7 ottobre 2022 si è svolto il Kick-off Meeting a Bucarest, in Romania, presso la Școala Națională de Studii Politice și Administrative. Nel corso del KoM il team del progetto DOEER ha condiviso obiettivi e piano di lavoro, sono stati discussi i ruoli e i contributi di ciascun partner, le attività di ricerca e raccolta di best/worst practice, la produzione del corso MOOC e i prossimi incontri da tenersi a Nicosia, Lubiana, Siviglia e Napoli.

Il progetto DOEER, attuando una strategia che promuoverà la trasformazione digitale negli istituti di istruzione superiore unendo gli sforzi delle università europee e del mondo del lavoro, promuove la costruzione di sistemi di istruzione superiore più inclusivi attraverso un approccio multilivello basato sull’uguaglianza, allo scopo di ottenere miglioramenti per gli individui, la società e il settore economico. Il progetto intende concorrere a rendere le società più resilienti, più competitive ed efficienti, ma anche più forti.

L’iniziativa DOEER contribuisce alla trasformazione digitale dell’istruzione superiore, che è uno dei pilastri della ripresa post-Covid-19 descritta nel Piano d’azione per l’educazione digitale (2021-2027) “Resetting education and training for the digital age” (UE Commissione, 2020), affrontando così la resilienza dei sistemi di istruzione superiore nell’UE.

Durante le prossime fasi del progetto, tramite un questionario di valutazione online, saranno consultati gruppi di esperti nei paesi partner del progetto. Gli esperti saranno consultati su quale best/worst practice dovrebbe essere selezionata, come utile, adatta e pertinente, con particolare riguardo ai principi delle pratiche fondate sull’uguaglianza nel settore dell’istruzione e delle imprese.

DOEER è promosso dal Dipartimento di Scienze Politiche (coordinatore del progetto) insieme ad altri sei partner europei: Estudios Universitarios y Superiores de Andalucia (Spagna), Scoala Nationala de Studii Politice si Administrative (Romania), Univerzita Komenskeho V Bratislave  (Slovacchia), Centre for Competence Development Cyprus (Cipro), Zavod Novi Turizem (Slovenia) e Janus Software company (Italia).


 

The Department of Political Science of the University of Naples Federico II took part as coordinator in the European project ”, a project co-financed by the European Erasmus+ Programme. The main objective of the DOEER project is to contribute to an equality-based resilience in Italy, Spain, Romania, Slovakia, Cyprus, Slovenia, by tackling forms of discrimination, both in Higher Education and workplace, through dedicated digital learning and tools supporting tackling discriminating factors, through close cooperation of HEs and business.

DOEER started on 1st September 2022. From 6th to 7th October 2022 the Kick-off Meeting took place in Bucharest, in Romania, at the Școala Națională de Studii Politice și Administrative. During the KoM the team of the project shared objectives and work plan, the roles and contributions of each partner were discussed, the research activities and collection of best/worst practices, the production of the MOOC course and the next meetings to be held in Nicosia, Ljubljana, Seville and Naples.

The DOEER project, implementing an action that will foster the digital transformation in HEIs joining efforts of European Universities and the world of work, promotes building more inclusive higher education systems through a multilevel approach to equality, to the scope of achieving improvement for individuals, society and economy. The project intends to contribute to making societies more resilient, more competitive and efficient, but also stronger.

The DOEER initiative contributes to the digital transformation of higher education, which is one of the pillars of the post-Covid-19 recovery described in the Digital Education Action Plan (2021-2027) ‘Resetting education and training for the digital age’ (EU Commission, 2020), thus addressing the resilience of HE systems in the EU.

In the following steps, national groups of experts in each project country will be consulted via an online evaluation questionnaire. Experts will be consulted on which best / worst practice should be selected, as useful, suitable and relevant, with special regard to the principles of equality-based practices in education and business sector.

The DOEER Erasmus+ project is promoted by the Department of Political Science (coordinator of the project) together with six other European partners: Estudios Universitarios y Superiores de Andalucia (Spain), Scoala Nationala de Studii Politice si Administrative (Romania), Comenius University in Bratislava (Slovakia), Centre for Competence Development Cyprus (Cyprus), Zavod Novi Turizem (Slovenia) and Janus Software company (Italy).