giovedì, Giugno 13, 2024

Presentazione del Corso

Docs

 

  • Il corso di studio in breve:
    Il CdS in Scienze Statistiche per le Decisioni è articolato su due curriculum:
    • Statistical Learning e Intelligent Data Analysis
    • Statistica per le Scienze Umane e Sociali
    Entrambi i curriculum prevedono l’acquisizione di 120 Crediti Formativi Universitari (CFU). 
    Il primo curriculum è pensato per gli studenti provenienti dal percorso di laurea triennale L-41 in Statistica per l’Impresa e la Società, o comunque da una laurea di tipo scientifica o in cui sono stati già acquisiti un certo numero di crediti nei settori matematico-statistici. Il curriculum mira ad approfondire l’utilizzo della Statistica sfruttando un approccio moderno basato sull’apprendimento statistico, sull’intelligenza artificiale e sull’uso di tecnologie informatiche avanzate. Il secondo curriculum è invece pensato per gli studenti che provengono da un percorso di laurea umanistico e/o che sono interessati all’utilizzo della Statistica nelle scienze umane e sociali.
    Il curriculum in Statistical Learning e Data Analysis integra direttamente nel piano di studi tre percorsi minor (Analisi del rischio creditizio e finanziario, Statistica per la ricerca clinica ed epidemiologica, Big data analytics) pensati per offrire un percorso di eccellenza agli studenti che mirano a specializzarsi in un particolare contesto applicativo. 
    I percorsi minor possono essere seguiti anche dagli studenti del curriculum in Statistica per le scienze umani e sociali, attraverso un’opportuna scelta dell’insegnamento a scelta e degli esami affini/integrativi previsti nel piano.
  • Obiettivi specifici:
    Il Laureato magistrale in Scienze Statistiche per le Decisioni è un esperto qualificato della metodologia statistica, capace di svolgere ricerche teoriche ed applicate concernenti la statistica nei vari settori (psico-sociale, politico-economico, ambientale, etc.). In particolare, il percorso formativo enfatizza una concezione della Statistica quale strumento scientifico per decisioni complesse assunte da soggetti pubblici e privati, quali quelle ad esempio derivanti da strategie pubbliche e politiche aziendali, la valutazione dell’impatto di specifici interventi normativi, l’organizzazione e la pianificazione d’indagini campionarie, la previsione, il controllo di variabili economiche, il controllo di qualità, e così via.
    Lo studio dei comportamenti e delle relazioni che si instaurano fra i soggetti coinvolti in questi processi viene affrontato mediante lo studio formale e la metodologia dei modelli statistici nei più differenti aspetti (causali, previsivi, qualitativi, etc.) nonché fornendo gli strumenti statistici necessari per l’analisi econometrica. Il risvolto applicato di tali approcci implica spesso lo studio dei metodi di estrazione di conoscenza da basi di dati di ingenti dimensioni, strutturate e non strutturate.
    Il laureato magistrale in Scienze Statistiche per le Decisioni sarà in grado di impostare e realizzare analisi di dati che consentano la costruzione di modelli interpretativi e previsivi, tali da fornire strumenti decisionali idonei a valutare le leve che caratterizzano gli effetti di interventi sui fenomeni studiati, con le connesse opportunità e rischi, al fine di definire strategie di azione. Questo si traduce nell’agevole utilizzo di strumenti metodologici che consentano la quantificazione della forza delle relazioni fra le grandezze poste in gioco, anche quando espresse in termini di fattori latenti, delle loro potenziali evoluzioni, all’interno di scenari differenti e della valutazione dei rischi connessi alle diverse possibili azioni strategiche considerate.
    Sarà, inoltre, in grado di muoversi all’interno di problematiche innovative, quali quelle legate alla estrazione dell’informazione dalla rete, espressa sia in forma convenzionale, numerica, sia in forma documentale, e alla sua gestione in un’ottica statistica. In particolare, l’attuale percorso formativo consente di perfezionarsi su uno di due indirizzi (statistica applicata oppure matematico-finanziario) in modo da presentarsi sul mercato del lavoro con competenze professionali più mirate, e prescelte sulla base di proprie attitudini.
    Gli obiettivi formativi saranno perseguiti facendo ampiamente uso, accanto alla didattica tradizionale di tipo frontale, di strumenti informatici, mediante un largo impegno in attività di laboratorio che includano la necessità di impossessarsi di linguaggi specialistici in modo da consentire al laureato magistrale di programmare in modo autonomo e critico le analisi statistiche, anche innovative, che dovrà proporre o sviluppare per il completamento del suo percorso formativo.
    Il laureato magistrale in Scienze Statistiche per le Decisioni dovrà utilizzare con matura competenza la Lingua Inglese oltre all’italiano, possedendo un vocabolario specialistico che gli consenta di comunicare in ambito internazionale con naturalezza nell’ambito del proprio settore disciplinare. Infine, al termine del percorso formativo, il laureato magistrale avrà conseguito un livello di approfondimento tale che gli consentirà, se intende farlo, di proseguire gli studi nel livello successivo (dottorato di ricerca, master universitari di II livello, perfezionamento e specializzazioni) sia in Italia che all’estero.
  • Conoscenze richieste per l’accesso:
    Possono accedere al CdS in Scienze Statistiche per le Decisioni coloro che sono in possesso di un titolo di laurea triennale, superiore o equipollente. In particolare, si richiedono agli studenti alcune conoscenze di base nelle materie matematiche e statistiche, come specificato di seguito.
    Possono accedere direttamente al CdS:
    • i laureati triennali nella Classe L-41 Statistica, oppure equipollenti in base agli ordinamenti previgenti, così come i laureati magistrali e quadriennali del vecchio ordinamento di classi equipollenti.
    • i laureati triennali che abbiano maturato:
     – almeno 30 CFU nell’ambito dei SSD da SECS-S/01 a SECS-S/06, M-PSI/03 e MED/01, o in alternativa nell’ambito dei SSD SECS-S/01 e da MAT/01 a MAT/09,
     – abbiano una certificazione della conoscenza della lingua inglese, rilasciata dall’Ateneo o da Ente accreditato dall’Ateneo, corrispondente al livello B2 o superiore.
    Agli studenti che non sono in possesso dei requisiti specificati è richiesto un colloquio orale per la verifica della personale preparazione. I crediti eventualmente mancanti possono essere acquisiti attraverso esami a pacchetto.
  • Modalità di accesso al corso:

Per tutti gli altri studenti che non sono in possesso dei requisiti sopra specificati, è previsto un colloquio orale che mira a verificare la preparazione dello studente nelle discipline statistico-matematiche di base, ed in particolare su elementi di calcolo differenziale, di calcolo integrale e di algebra lineare, elementi di calcolo delle probabilità, elementi di statistica di base, di inferenza statistica e di modelli lineari, oltre che elementi di lingua inglese ed informatica finalizzata alle elaborazioni statistiche. Il colloquio viene svolto in due sessioni dalla Commissione test di ingresso e precorsi nominata dalla Commissione di Coordinamento Didattico, una prima sessione a settembre ed una seconda sessione dopo la chiusura delle iscrizioni. In sede di colloquio la suddetta Commissione potrà indirizzare gli studenti alla frequenza di attività laboratoriali e/o fruibili su piattaforme online al fine di rafforzare alcune conoscenze e competenze di base.

  • Orientamento in ingresso ed in uscita:
    Trattandosi di una Laurea Magistrale, l’orientamento in ingresso è svolto quasi esclusivamente verso giovani laureandi o gia laureati triennali, dell’Ateneo e non, che abbiano un predisposizione per gli studi formali e rigorosi e che pongono una particolare attenzione alla costruzione ed alla stima di modelli per l’analisi di problemi reali. In particolare, oltre ai laureati in Statistica, ci si rivolge a studenti di Economia, Ingegneria, Informatica, Matematica, in quanto questi percorsi formativi includono background assai utili per la successiva formazione statistica di tipo magistrale. I docenti del corso sono inoltre impegnati a sensibilizzare laureati e laureandi dell’ambito umanistico dotati di particolare attrazione verso gli studi statistici. Operativamente, si cerca di intervenire negli ultimi anni dei corsi triennali per presentare il Corso di laurea magistrale in Scienze Statistiche per le Decisioni, l’offerta formativa e le possibilita occupazionali di questo ciclo di studi. Sono previsti cicli di incontri full-immersion sulle discipline matematiche, statistiche e di programmazione statistica per quanti si avvicinano a tale Corso di laurea e non provengono da lauree triennali di contenuto statistico. Inoltre, il Corso di Studi è sostenuto da una serie di strutture dipartimentali ed azioni volte ad implementare, qualitativamente e quantitativamente, la domanda di iscrizioni. Il Dipartimento cui fa capo il Corso è dotato di un Centro d’Orientamento aperto quotidianamente (dal lunedì al venerdì) che serve le funzioni di ingresso, itinere ed uscita dell’Orientamento, attraverso il supporto di risorse informative, database centrali e di Dipartimento, connessione con i principali progetti di Ateneo nel settore Orientamento (Almalaurea, Fixo, Joblaureati, Sportello Tirocini, etc). Inoltre il servizio Orientamento di Dipartimento ha costruito un ormai decennale database delle scuole provinciali, aggiornato annualmente, che costituisce la base della programmazione delle visite di Orientamento presso le scuole che ogni primavera i docenti e ricercatori di Dipartimento assicurano. In tali occasioni viene diffusa – sin dalla scelta della laurea triennale – la conoscenza circa l’esistenza in Ateneo di un Cdl magistrale in Scienze Statistiche per le Decisioni. Ogni primavera è organizzata presso le strutture del Dipartimento di Scienze Politiche una settimana di eventi denominata OrientiAmo cui hanno partecipato moltissimi studenti provenienti da diverse scuole sul territorio. Una parte delle attivita di orientamento si possono svolgere su richiesta in modalita on-line.
  • Prova finale:
    La prova finale consisterà nella presentazione e discussione di un elaborato scritto, il cui contenuto riguarderà un aspetto della Statistica a livello metodologico oppure applicato, nel quale il laureando magistrale produrrà uno o più risultati originali dal punto di vista dei metodi e/o dell’utilizzazione innovativa di metodi già esistenti, esplorando in tali casi il confronto tra metodi alternativi. È elemento essenziale di tale prova una competenza statistica ad ampio spettro quale si acquisisce mediante il superamento di esami i cui contenuti scientifici sono connessi all’assunzione di decisioni in condizioni di incertezza. La dissertazione potrà essere svolta in italiano e/o in inglese e potrà essere eventualmente elaborata durante un soggiorno di studi in altre sedi qualificate per la ricerca, preferibilmente all’estero.
    Gli studenti che devono conseguire la seconda laurea magistrale potranno scegliere fra la redazione di un articolo scientifico da sottomettere ad una rivista di settore oppure realizzare un rapporto dettagliato relativo ad una esperienza di stage sul campo.
    L’assegnazione del punteggio alla prova finale è regolata dall’apposito regolamento di Ateneo e dalle linee guida del Dipartimento di Scienze Politiche, disponibili sul sito del Dipartimento. La CCD potrà dotarsi di proprie linee guide per l’assegnazione del punteggio alla prova finale in modo da garantire la massima uniformità tra i laureandi tra le sedute di laurea.
  • Servizi Aggiuntivi:
  • Per approfondimenti:
    Scheda Universitaly

Scheda del CdS sul sito orientamento di Ateneo

Skip to content